Close

9 Ottobre 2020

Strisce blu, si paga o non si paga?

Strisce blu - si paga non si paga

Come ultimamente accade troppo spesso, l’Amministrazione Tondinelli-Testini sembra divertirsi a confondere le menti dei cittadini di Bracciano, adesso con le strisce blu!

L’antefatto

Poco meno di un mese fa, l’11 Settembre, sulla pagina del Comune di Bracciano, è uscita la notizia della risoluzione del contratto d’appalto della concessione del servizio all’azienda che gestiva i parcheggi blu nel nostro Comune.

Strisce blu e parcheggi: che confusione!

Ieri, dopo settimane di silenzio, l’Amministrazione ha revocato in autotutela la determina di risoluzione contrattuale dell’11/9/2020, in quanto, cosi pareva ieri, venuti meno i presupposti alla base della decisione.

Notizia di oggi, l’Amministrazione ha annullato in autotutela la revoca in autotutela della risoluzione contrattuale, in quanto, in realtà, la società concessionaria del servizio non ha proprio adempiuto a tutto.

Cosa sta succedendo?

In questo valzer di comunicazioni formali, informali, post di Facebook e voci di corridoio una cosa è certa: la chiarezza è un concetto estraneo a chi oggi governa Bracciano.

Noi non abbiamo tutti i documenti per valutare se la Società sia veramente inadempiente oppure no. Riteniamo, tuttavia, che l’Amministrazione comunale dovrebbe saperlo e che questa schizofrenia non faccia altro che confondere i cittadini e i turisti.

I parcometri sono stati coperti con dei sacchi senza alcun cartello, i cittadini e turisti di qualsiasi età rischiano di dover vagare per il paese in cerca della modalità per pagare la sosta, senza aver modo di scoprire come stiano realmente le cose.

In tutto ciò, il paese da più di un mese è diventato invivibile, tra l’altro in corrispondenza con l’apertura delle scuole, in quanto il parcheggio libero, ovviamente, rende più complicato trovare un posto per l’auto.

Ci saremo aspettati un atteggiamento volto a tentare di risolvere il problema, non un susseguirsi di atti contraddittori che sostanzialmente non cambiano la situazione.

E adesso?

Per chiarezza: i parcheggi a Bracciano rimangono gratuiti per tutti, in attesa che l’Amministrazione ci faccia capire come intende risolvere la situazione di caos creata e, per trasparenza, nel frattempo spieghi cosa è accaduto tra il Comune di Bracciano e la società appaltatrice.

Intanto, a rimetterci sono i cittadini che hanno pagato gli abbonamenti mensili o annuali e la vivibilità della nostro paese.

Nel suo programma elettorale del 2016 Tondinelli voleva eliminare le strisce blu: per ora, ha prima raddoppiato le tariffe, e poi eliminato il buon senso.

Ora ci dicesse in fretta se ritiene che Bracciano possa rimanere così.

Attendiamo fiduciosi qualche risposta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.